Perché lo facciamo

Lo facciamo perché crediamo che sia possibile, attraverso la cultura, smuovere i pensieri, rinnovare le mentalità, aprire gli orizzonti e darci nuove possibilità.

Ci proponiamo di fare emergere i talenti del territorio e aiutarli nel trovare spazi di ascolto

Lo facciamo perché crediamo nel sapere del contadino e dell’artigiano, nella follia del visionario, in chi vuole rigenerarsi e aprirsi a nuovi orizzonti, perché, con la famosa citazione “Vogliamo il pane e le rose”, aspiriamo a qualcosa in più!

[ngg src=”galleries” ids=”4″ display=”basic_slideshow”]

Siamo inoltre convinti che la “felicità” di ognuno abbia senso solo in una “comunità sorgiva” dove le relazioni e la condivisione siano veritiere, autentiche e piene di gioia sincera.